Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

impastato giovanni c imagoeconomica 0'Nei processi si parla anche di alterazione scena del crimine'
Palermo. "In merito alle dichiarazioni del generale Antonio Subranni, secondo le quali 'saranno sottoposte ad attente valutazioni legali' le dichiarazioni attribuite a Giovanni Impastato pubblicate su un articolo de Il Fatto Quotidiano on line dell'11 settembre 2018, si precisa che i due processi celebrati per l'uccisione di Peppino Impastato hanno entrambi evidenziato un grave quadro di alterazione evidente della cosiddetta 'scena del crimine' e un'altrettanta attività di depistaggio dell'indirizzo delle indagini". Lo scrive in una nota il fratello di Peppino Impastato, il militante di Lotta continua ucciso il 9 maggio '78 a Cinisi. "La Commissione parlamentare antimafia - aggiunge - occupandosi della questione ha descritto il quadro degli interventi svolti subito dopo il crimine e negli anni successivi, ribadendo le carenze e le omissioni che hanno avuto le indagini e descrivendo i diversi tentativi di depistaggio avvenuti. Subito dopo l'omicidio di Peppino Impastato, oltre alle altre anomalie, almeno una perquisizione ed un 'sequestro' senza verbalizzazione delle attività svolte ed indicazione degli oggetti e dei documenti prelevati è con certezza avvenuto. Tra quanto è stato prelevato risulta ci fosse del materiale riguardante la strage della casermetta di Alcamo". Sul punto Giovanni Impastato precisa di "non aver mai rilasciato alcuna dichiarazione nella quale si ipotizzasse collegamento alcuno tra quegli eventi e la persona del generale Subranni" e ribadisce di "voler continuare la sua azione perché vengano chiariti gli scenari che hanno determinato la necessità delle omissioni e dei depistaggi mille volte denunciati".

ANSA

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy