Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

20170526 suicidate manca ennaUscire fuori dalla retorica dell’antimafia ed invece incanalarsi e sentirsi coinvolti all’interno di una storia che all’apparenza sembra normale ma che cela intrighi che vanno al di la di quanto uno possa immaginare e che raccontano di una storia tutta della Prima Repubblica. E’ questo il motivo che ha portato il liceo classico Colaianni la cui dirigente scolastica è Marinella Adamo attraverso un progetto coordinato dalla docente Patrizia Guasto ad adottare la storia di Attilio Manca giovane brillante medico di Barcellona Pozzo di Gotto che ufficialmente alcuni anni fa è morto suicida per overdose a Viterbo. Ma dietro questa versione ufficiale che i suoi genitori non hanno mai voluto accettare ci sarebbe un vero giallo che porterebbe ad una tesi tutta mafiosa e con interessi dei vertici dello stato e dove Attilio ebbe solo la sfortuna di ritrovarsi per pura casualità e coincidenza nel posto sbagliato. E per raccontare questa sua storia la professoressa Guasto ha invitato per il prossimo 26 maggio il vicedirettore della rivista Antimafia Duemila Lorenzo Baldo anche autore del libro “La Mafia Ordina:Suicidate Attilio Manca” dove cerca di ricostruire attraverso i fatti ed atti ufficiali quali potrebbero essere le vere motivazioni della morte di Attilio Manca e che molto probabilmente non è stato un suicidio. Un incontro quindi che sicuramente lascerà il segno tra gli alunni. “Ho conosciuto Lorenzo Baldo per caso – commenta Patrizia Guasto- ma appena gli ho sentito raccontare questa storia mi sono detta immediatamente che la dovevamo fare conoscere ai nostri alunni. Non voglio andare oltre perchè sarà molto interessante a mio avviso l’empatia che si creerà tra i ragazzi e Baldo che voglio ringraziare pubblicamente per la sua disponibilità”.

ennapress.it

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy