sito minerario pasquasiaOrdine custodia per imprenditori, tecnici e funzionari pubblici
Enna. I carabinieri di Enna stanno eseguendo ordini di custodia cautelare, in Sicilia e in Lombardia, nei confronti di imprenditori, professionisti e funzionari pubblici, che avrebbero tentato di accaparrarsi indebitamente l'appalto (8 mln di euro) per la bonifica del sito minerario di Pasquasia (Enna). Agli indagati sono contestati i reati di smaltimento di rifiuti tossici, peculato e varie ipotesi di falso, ad alcuni anche il concorso esterno in associazione mafiosa, per avere agevolato "cosa nostra", grazie all'assunzione pilotata di lavoratori, o favorendo l'impiego di ditte vicine all' organizzazione criminale. Dettagli sull'operazione, che e' stata coordinata dalla procura distrettuale di Caltanissetta saranno resi noti in una conferenza stampa prevista per le 11 nel comando provinciale carabinieri di Enna.

ANSA

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy