Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Roma. "Giuseppe Costanza è stato l'autista di Falcone, era con lui nella macchina quando è esplosa la bomba. Costanza è un sopravvissuto dimenticato da tutti, quasi un testimone scomodo di un evento tragico. Chiediamo che venga ascoltato in commissione Antimafia, perché incredibilmente la sua testimonianza non è mai stata acquisita. La memoria e la narrazione collettiva scelgono chi ricordare, celebrare, ma soprattutto chi dimenticare e far scivolare nell'oblio". Lo affermano in una nota di parlamentari M5s in Antimafia. "I membri M5S della commissione Antimafia - si legge nel comunicato - nel giorno delle celebrazioni per la morte di Giovanni Falcone, della moglie e degli agenti di scorta fanno proprie le parole di Costanza: "Dopo 24 anni conosciamo solo i manovali dell'attentato, ma non i mandanti. Un evento di proporzioni enormi nella storia repubblicana, che tra interrogativi ancora in piedi e dimenticanze ha ottenuto il risultato voluto: proteggere i mandanti che hanno voluto la morte di Falcone. Costanza non solo per la memoria storica collettiva deve essere ascoltato in Antimafia, non deve essere soltanto un atto dovuto, ma soprattutto deve poter contribuire a fare luce su chi ha ispirato uno degli attentati più sanguinari avvenuti in Italia".

Ansa

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos