Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

In fase preliminare solo quando Ente denunzia o è parte offesa
Catania. "Il Comune di Catania si costituisce parte civile nella fase preliminare di un procedimento solo quando la denunzia all'autorità giudiziaria proviene, come già accaduto con questa Amministrazione, dallo stesso Comune, oppure quando il pubblico ministero che ha condotto le indagini notifica all'Ente di averlo individuato come possibile parte offesa. In assenza di tale notifica il Comune si costituirà parte civile immediatamente dopo il rinvio a giudizio. Come è suo dovere e diritto e come ha sempre fatto". Lo afferma in una nota l'Avvocatura comunale di Catania in merito alle dichiarazioni rese ieri dall'avv. Goffredo D'Antona, legale dei due fratelli del commissario della polizia di Stato Beppe Montana, ucciso dalla mafia, Dario e Gerlando ieri a Catania durante l'udienza, davanti al Gup Gaetana Bernabò Distefano, per la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti dell'editore Mario Ciancio Sanfilippo per concorso esterno all'associazione mafiosa. D'Antona, che ha ricostruito la mancata pubblicazione del necrologio sul quotidiano La Sicilia per la morte del poliziotto, ha anche evidenziato "la mancata costituzione come parte civile del Comune di Catania, che, certo oggi sarebbe politicamente in imbarazzo visto alcuni collegamenti, non illeciti, tra l'amministrazione e Mario Ciancio" "L'Amministrazione Bianco - continua la nota - nel novembre del 2013 ha adottato una delibera con cui si stabilisce che l'Avvocatura comunale dovrà costituirsi parte civile per ottenere il risarcimento dei danni quale parte offesa nei processi di mafia o di criminalità organizzata per i reati commessi da chiunque nel territorio del Comune di Catania, nonché in tutti i procedimenti penali riguardanti delitti commessi contro la Pubblica amministrazione sia da pubblici ufficiali e sia da privati".

ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy