Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

tribunale-palermo-cavallidi AMDuemila - 24 settembre 2014
Palermo. Trecento impiegati della Procura di Palermo hanno firmato una lettera di solidarietà indirizzata al procuratore generale di Palermo Roberto Scarpinato, vittima di due gravi minacce. Nei giorni scorsi, infatti, una lettera intimidatoria è stata fatta trovare sulla scrivania dell'ufficio del magistrato. E ieri un agente della scorta ha visto la scritta “Accura", che in siciliano significa "fai lettera-impiegati-proc-palermo-scarpinatoattenzione", sulla porta di fronte all'ingresso della stanza del procuratore generale. La lettera degli impiegati esprime sconcerto e preoccupazione per gi ultimi episodi e per il pesante clima di tensione che si respira al palazzo di giustizia: anche i Pm della Procura che indagano sulla trattativa Stato-mafia sono stati vittime di intimidazioni. "Il progetto di menti raffinatissimo - è quanto si legge nella lettera - non solo riconducibile alla criminalità mafiosa, è probabilmente quello di rallentare, bloccare e depistare importanti indagini". Di recente Scarpinato, che rappresenta la pubblica accusa al processo d'appello per favoreggiamento aggravato al generale Mario Mori, sta indagando sui contatti tra esponenti dei servizi segreti e boss mafiosi detenuti.

Fonte ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy