Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il 26 agosto a Neoneli il dialogo con il fotografo, l’8 settembre a Palau la mostra “Continente Sicilia”

Due appuntamenti dedicati alla Sicilia e alla fotografia si terranno nei prossimi giorni in Sardegna con ospite Franco Zecchin, fotografo ed ex compagno della compianta Letizia Battaglia, storica fotoreporter palermitana. Il primo, “La Sicilia tra orrore e bellezza: la fotografia come arma di Battaglia", si terrà il 26 agosto a Neoneli (Oristano), in occasione del Licanìas - festival di parole, arti e paesaggi - nel quale Mariolina Cosseddu dialogherà con Sabrina Pisu e Franco Zecchin, il quale farà un focus di Letizia Battaglia, con la quale ha lavorato e vissuto per quasi vent’anni.

Il secondo appuntamento al quale parteciperà il fotografo sarà con la mostra “Continente Sicilia”, inserita all’interno del festival “Isole che Parlano”, dedicato ai grandi nomi della fotografia di reportage e del fotogiornalismo. L’evento si svolgerà l’8 settembre a Palau (Sassari). Si tratta di una mostra in cui Zecchin riporta ciò che ha documentato con la sua macchinetta dal 1975 al 1994, fotografando la mafia, l’impegno civile antimafia, i luoghi, le proteste, e le mobilitazioni.


zecchin catoio kalsa 1981


Franco Zecchin
Nato nel 1953 a Milano, nel 1975 si trasferisce a Palermo, dove diventa fotografo professionista, lavorando sulla mafia, la corruzione politica e le condizioni sociali in Sicilia. Nel 1980, è tra i fondatori del Centro di Documentazione contro la Mafia “Giuseppe Impastato”. Fa teatro e realizza film all’interno dell’ospedale psichiatrico di Palermo. Nel 1988 diventa membro “nominé” dell’agenzia Magnum. Tra il 1989 e il 1991 conduce un’inchiesta fotografica sui rapporti tra inquinamento industriale e salute pubblica in Slesia (Polonia). Nel 1991 inizia una ricerca fotografica sul nomadismo e l’uso delle risorse ambientali lavorando per alcuni anni su una decina di società in diverse parti del mondo. Oggi vive e lavora a Marsiglia dove, insieme alle attività di formazione alla fotografia, continua a esplorare il rapporto tra territorio e pratiche sociali attraverso la fotografia. Le sue foto fanno parte delle collezioni dell’International Museum of Photography di Rochester, del MOMA di New York e della Maison Européenne de la Photographie a Parigi.

Foto © Franco Zecchin

Info: www.licanias.it - www.isolecheparlano.it

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy