Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Martedì 3 agosto, presso il Museo Civico e della Ceramica di Ariano Irpino (AV) si inaugura la mostra del pittore siciliano Gaspare Mutolo. Le opere resteranno esposte fino a mercoledì 11 agosto.
L'evento, intitolato "Conversione di marcia", è organizzato dall'Associazione Culturale Miscellanea D:N:A, ed affronta le tematiche legate alle possibilità di cambiamento e di riscatto insite nell'animo di ogni essere umano.
Gaspare Mutolo - spiega la curatrice Maria Santamaria, che da anni segue e promuove l'attività artistica del pittore - fu in passato un “uomo d'onore” di Cosa Nostra, molto vicino a Salvatore Riina, noto capo mafioso al cui nome è tristemente legato uno dei periodi più bui della storia del nostro paese. Nel 1991, l'incontro con il giudice Giovanni Falcone segnò per Mutolo l'inizio di un profondo processo di trasformazione: egli abbandonò definitivamente l'ambiente mafioso per diventare collaboratore di giustizia, uno dei primissimi, e offrire fondamentali testimonianze alla lotta contro la mafia. Un percorso arduo e non privo di difficoltà, che Mutolo affronta quotidianamente da ormai trent'anni con coerenza e determinazione, consapevole di essere “un sopravvissuto, la memoria orale della mafia", come egli stesso si definisce.
In questo viaggio sul terreno della legalità Gaspare Mutolo è supportato dalle associazioni culturali Falcone e Borsellino e Giordano Bruno. Entrambe impegnate nel sociale, esse si rivolgono soprattutto ai giovani, promuovendo iniziative artistiche finalizzate all'educazione alla legge e alla lotta contro ogni forma di ingiustizia.

Scarica il volantino

All'inaugurazione interverranno Nicola Erminio Paone, Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Napoli Nord, la Dott.ssa Graziamaria Monaco, Magistrato e Giudice penale del Tribunale di Benevento, il giornalista di Arianonews24 Federico Barbieri, il coordinatore delle Agende Rosse e collaboratore di AntimafiaDuemila Savino Percoco, la curatrice artistica Maria Santamaria.
Per questioni di sicurezza Gaspare Mutolo non potrà presenziare all'evento, perché vive in una località segreta sotto nuova identità. Non può mostrare il suo volto in pubblico, ma interverrà telefonicamente per presentarsi e rispondere ad eventuali domande dei presenti.
"Attualmente, la mia compagna di vita è la pittura...nei miei quadri c'è tutta la mia vita. Dipingere mi da la forza di andare avanti" Mutolo descrivere cosi il grande amore per l'arte che da sempre lo accompagna e riempie le sue giornate. Seduto al cavalletto tra colori e pennelli, Gaspare trasferisce ricordi ed emozioni sulla tela. Il tratto inconfondibile, il linguaggio simbolico e i colori sgargianti dei suoi dipinti sono in grado di illuminare qualsiasi ambiente. Il percorso artistico del pittore palermitano si è evoluto di pari passo con il sincero processo di metamorfosi avvenuto in lui. Le sue opere sono state esposte in varie città italiane: Torino, Savona, Roma, Perugia, Palermo, Bari, Alghero, Foggia e Macomer.
In occasione delle mostre, Gaspare Mutolo destina una parte dei proventi della vendita delle opere a sostegno di "Funima International", una ONLUS impegnata a portare sollievo a bambini in condizioni di disagio, e che opera sia in Italia che in Sud America.

Visita: gasparemutoloarte.it

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy