Gli Stati Uniti hanno vietato l'uso delle armi contro il territorio russo, ma non contro le zone che ora votano per entrare nella Federazione Russa. Si tratta delle repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk e delle regioni di Serse e Zaporozhie.
A riferire la notizia è stato il quotidiano The Wall Street Journal.
La portavoce del Ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ha dichiarato che se gli Stati Uniti decidessero di fornire missili a lungo raggio all'Ucraina, supererebbero "una linea rossa". In tal caso, ha affermato, la Russia "si riserva il diritto di difendere il suo territorio con tutti i mezzi a sua disposizione".
Secondo il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov, i territori che aderiscono legalmente alla Russia saranno sotto "la piena protezione dello Stato".
Allo stesso tempo, fonti anonime dagli Stati Uniti hanno ribadito che il governo di Biden non riconoscerà mai come russi questi territori e continuerà a sostenere Kiev "per tutto il tempo necessario".

Foto: it.depositphotos.com

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy