Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Un'indagine a Guanajuato, in Messico, ha sradicato circa 150 agenti di polizia con sospetti legami col cartello della droga. Sono stati accusati di collaborare con i due maggiori gruppi criminali dello stato, il cartello Jalisco New Generation (Cartello Jalisco Nueva Generación - CJNG) e i loro rivali, il cartello di Santa Rosa de Lima (CSRL).

Negli ultimi mesi, un'unità sotto copertura di circa 30 ex ufficiali federali è stata incorporata nelle forze di polizia di Celaya, una città che è stata il punto caldo di gran parte delle violenze, secondo un'indagine del quotidiano messicano Milenio, citando fonti della polizia.

Gli agenti stavano "collaborando con i gruppi criminali fornendo loro informazioni, aiutandoli a fuggire, ostacolando le operazioni contro di loro e persino facendo parte della sicurezza dei cartelli che combattevano per il territorio", hanno detto a Milenio i membri del gruppo sotto copertura.

Foto: it.depositphotos.com

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos