Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La Cina ha convocato anche l'ambasciatore giapponese, oltre agli ambasciatori europei, per protestare contro la dichiarazione del G7, critica nei confronti delle esercitazioni militari di Pechino intorno a Taiwan. Il vice ministro degli Esteri cinese Deng Li ha convocato con urgenza l'ambasciatore Hideo Tarumi, ha contestato la dichiarazione del G7 e ha sottolineato che il Giappone ha una "colpa storica" per i suoi 50 anni di colonizzazione di Taiwan, fino al 1945. Deng, scrive Kyodo News, ha quindi esortato Tokyo ad essere "prudente" sulla questione dell'isola.

Foto: it.depositphotos.com

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy