Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il capo di stato: “È più pericoloso trafficante al mondo”

Dairo Antonio Usuga, soprannominato Otoniel, è stato estradato negli Usa". Lo annuncia il presidente colombiano su Twitter. "Otoniel", 50 anni, era il trafficante di narcotici più ricercato della Colombia prima di essere arrestato il 23 ottobre scorso nel nord-ovest del paese con una grande operazione militare. È sotto processo per traffico di droga dal 2009 in un tribunale di New York. "È il più pericoloso trafficante di droga del mondo, un assassino di leader sociali e agenti di polizia, uno stupratore di bambini e adolescenti. Oggi, la legalità, lo stato di diritto, la forza pubblica e la giustizia stanno trionfando", ha twittato il capo di Stato colombiano. I media locali hanno trasmesso le immagini di un convoglio di grandi veicoli blindati, scortati da polizia pesantemente armata, diretti verso l'aeroporto di Bogotà. I parenti delle vittime di Otoniel avevano chiesto una "stop" alla procedura di estradizione, richiamandosi al loro diritto di conoscere la verità e di ricevere un risarcimento. Ma la giustizia colombiana ha comunque dato il via libera all'estradizione. Dairo Antonio Usuga, che proviene da una famiglia di contadini nel nord-ovest della Colombia, è stato un guerrigliero di estrema sinistra e poi un paramilitare di estrema destra prima di diventare capo di un'organizzazione di narcotraffico di 1.600 persone che esportava una media di 300 tonnellate di cocaina in circa 30 paesi ogni anno, secondo le autorità. È succeduto a suo fratello Juan de Dios, noto come "Giovanni", ucciso dalla polizia nel 2012, come capo del Clan del Golfo.

Foto: it.depositphotos.com 

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy