Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Era il dicembre 2014 quando il Senate Intelligence Committee degli Stati Uniti aveva rilasciato un riassunto di 524 pagine del report (formato da 6200 cartelle, ndr) sulle torture della Cia nei confronti di almeno 119 sospetti terroristi, dopo l’11 settembre 2001. Così, dallo studio di oltre 6 milioni di documenti riservati emergeva come i detenuti fossero costretti a subire torture e atti di violenza che andavano oltre la pratica illegale del "waterboarding", una simulazione di annegamento che prevede il versamento di acqua gelata su un asciugamano appoggiato sulla faccia del detenuto.
Oggi lo scandalo della Cia trova un'ulteriore conferma nella declassificazioni di ulteriori documenti governativi riguardo il trattamento a cui fu sottoposto Ammar al-Baluchi, attualmente prigioniero a Guantanamo, usato persino come un oggetto durante l'addestramento degli agenti della Cia.
I dettagli delle torture perpetrate contro di lui sono contenute in un rapporto del 2008 dell'agenzia di spionaggio statunitense. Nel 2003 al-Baluchi era tenuto prigioniero in un cosiddetto 'black site' in Afghanistan. Secondo quanto si legge nel rapporto le tecniche di interrogatorio usate contro di lui andarono oltre quelle consentite. Ad esempio fu sottoposto a 'walling' per ore e nel corso di diverse sessioni finché tutti gli agenti non erano in grado di usare la tecnica. Il walling è un metodo di tortura in cui il collo di una persona è circondato da un collare e viene usato per sbatterla contro un muro. Durante le sessioni al-Baluchi era nudo. Nel 2018 è stata effettuata una risonanza magnetica che ha rivelato danni cerebrali. Il personaggio di al-Baluchi appare anche nel film del 2012 'Zero Dark Thirty', diretto da Kathryn Bigelow. La pellicola è basata sulle operazioni dei servizi segreti che ha portato all'individuazione e all'uccisione di Osama bin Laden il 2 maggio 2011.

Foto: it.depositphotos.com

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos