Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Uno studente dell’Università di Perm, a 1.300 km a est di Mosca, è entrato all’interno dell’ateneo e ha aperto il fuoco contro coetanei e professori. Secondo quanto riportato dalle agenzie russe i morti sarebbero almeno otto e 24 i feriti, di cui almeno 19 raggiunti da colpi d'arma da fuoco.
Durante l’assalto del 18enne alcuni studenti si sono barricati nell’auditorium dell’Università, altri si sono invece lanciati dalle finestre. L’agenzia Interfax rende noto che è stata aperta una inchiesta per omicidio. Il ragazzo, Timur Bekmansurov, 18enne iscritto al primo anno di giurisprudenza, è stato a sua volta ucciso dalle forze di polizia intervenute negli uffici dell’università. Secondo il sito di notizie di Perm, l'assalitore avrebbe lasciato un post su VKontakte prima di entrare in azione in cui anticipava l'attacco e le motivazioni. "Non è stato un attentato terroristico. Non sono membro di organizzazioni estremiste. Nessuno sapeva quello che avrei fatto. Ho organizzato tutto da solo", è il testo del post. Bekmamsurov parla di sè come di una persona "sopraffatta dall'odio" e avrebbe inoltre pianificato l'attacco da tempo.
Il presidente russo Vladmir Putin ha espresso "profondo cordoglio" per le vittime dell'attacco. Da una nota diffusa dal Cremlino si apprende che il primo ministro, Mikhail Mishustin, il titolare dell'Istruzione, Valery Falkov, e il ministro della Salute, Mikhail Murashko, si recheranno a Perm nelle prossime ore per "dare il loro sostegno alle persone rimaste ferite così come alle famiglie di coloro che sono stati uccisi in questa tragedia".

TAGS: ,

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy