Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Ancora sismi interni alla politica di Haiti, dopo che il premier Ariel Henry ha licenziato il ministro della Giustizia, Rockfeller Vincent, Renald Luberice, segretario generale del Consiglio dei ministri negli ultimi quattro anni, si è dimesso sostenendo di non poter lavorare per un premier sospettato di far parte del complotto per l'assassinio del presidente Jovenel Moise (in foto). A sostituire Vincent è stato il ministro dell'Interno Liszt Quitel, che terrà entrambi i dicasteri. Le accuse di Luberice, invece, arrivano dopo che i procuratori hanno parlato di nuove prove a carico del premier: tra cui due telefonate poco dopo l'omicidio del presidente tra Henry e un funzionario della Giustizia. Il premier ha anche licenziato il procuratore generale che aveva cercato di incriminarlo e di vietargli di lasciare il Paese.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy