Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il vice rappresentante permanente della Cina presso le Nazioni unite, l'ambasciatore Geng Shuang (in foto), ha denunciato che "il disordinato e frettoloso ritiro delle truppe stranieri" ha causato il recente caos in Afghanistan. "Il ritiro non è la fine della responsabilità ma l'inizio della riflessione e della correzione", ha detto Shuang parlando al Consiglio di sicurezza Onu che ieri ha approvato con 13 voti favorevoli e due astensioni, Cina e Russia, la risoluzione sull'Afghanistan. Senza menzionare direttamente gli Stati uniti Shuang ha dichiarato che Pechino auspica che "Paesi di rilievo" cambino "la pratica sbagliata di imporre le loro volontà sugli altri" e ha aggiunto che la Cina non riteneva necessaria l'approvazione d'urgenza di una risoluzione sul "passaggio sicuro" per chi vuole uscire dall'Afghanistan.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy