Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Secondo i documenti del tribunale, Chad Allan Scott, 53 anni, di Covington, Louisiana, ha commesso diversi reati tra cui: spergiuro, ostruzione alla giustizia e furto. La ricostruzione dei magistrati americani ha permesso di portare alla luce il modus operandi dell'uomo. L'ex agente speciale della Dea - Drug Enforcement Administration - avrebbe commesso spergiuro e avrebbe ordinato ad altri suoi agenti di commetterlo per ottenere una condanna contro un presunto spacciatore di droga. L'uomo avrebbe anche falsificato i moduli per impossessarsi di un camion acquistato per lui da uno spacciatore. Scott, sempre secondo gli inquirenti statunitensi, aveva anche rubato denaro e beni agli imputati che il suo gruppo di agenti aveva arrestato. L'uomo è stato infine dichiarato colpevole e condannato a 160 mesi di carcere. Il caso del condannato è stato diviso in due processi federali separati dal giudice del tribunale distrettuale federale.
Questo caso è stato inizialmente indagato dalla Polizia di Stato della Louisiana e successivamente dall'FBI, dall'Ufficio per la responsabilità professionale della DEA (OPR) e dal DOJ-OIG.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy