Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Secondo il Sevizio Doganale Federale (FTS) russo, le forze speciali russe in cooperazione con i colleghi kirghisi hanno sequestrato oltre 810 chili di eroina ad un gruppo criminale con il coinvolgimento di militari infedeli.
Secondo le stime tale quantità di stupefacente sarebbe stata sufficiente per circa 11 milioni di dosi singole.
Gli spacciatori avevano l'intenzione di trasportare il carico dai paesi della Mezzaluna d'oro nell'UE attraverso l'Unione economica eurasiatica.
"Sono state soppresse le attività di un gruppo criminale internazionale, i membri del quale avevano l'intenzione di contrabbandare l'eroina in lotti da 200 chili nei Paesi Bassi. Tuttavia, la scoperta dello schema logistico ha permesso di sventare già le prime quattro consegne", si legge nel comunicato del Servizio.
Per sgominarli le forze di sicurezza russe hanno proposto ai colleghi europei di organizzare operazioni congiunte, ma "l'adozione della decisione pertinente da parte dei partner è stata ritardata fino all'impossibilità di proseguire con il lavoro".

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy