Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

In vista del maxi-processo che si celebrerà in Vaticano sull'acquisto-truffa di un immobile al centro di Londra, il tribunale vaticano ha predisposto, per rispetto delle norme sanitarie ancora imposte dalla pandemia, una nuova aula, un ex laboratorio polifunzionale dei Musei Vaticani. A comunicare la decisione, oggi, il presidente del tribunale, Giuseppe Pignatone, al termine di un'udienza di un altro processo, sui presunti abusi sessuali avvenuti nel seminario dei chierichetti del Papa. La nuova aula, ha detto l'ex procuratore capo di Roma, è stata scelta per processi che richiedono una presenza di persone importante. Il Vaticano non ha ancora comunicato una data di inizio del previsto processo sull'immobile di Sloane avenue. Il promotore di giustizia, ossia il procuratore capo, ha detto, inaugurando l'anno giudiziario, che è prevedibile che il processo sia diviso in diversi tronconi. Le indagini, avviate oltre un anno fa, a quanto si sa stanno ancora procedendo.

Fonte: askanews

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy