Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Ora potrà candidarsi nel 2022

Un giudice della Corte suprema brasiliana ha annullato tutte le condanne inflitte all’ex presidente Luiz Inácio Lula da Silva (in foto) dai magistrati di Curitiba titolari dell’inchiesta "Lava Jato", la Tangentopoli brasiliana, ripristinando i suoi diritti politici. 
In questo modo Lula ha la possibilità di sfidare l'attuale presidente Jair Bolsonaro alle prossime elezioni presidenziali previste nel 2022. 
Lula, 75 anni, si è sempre dichiarato innocente e vittima di una persecuzione politica. Tutte le sentenze precedenti sono state dichiarate nulle dalla Corte suprema ma la procura di Curitiba, coinvolta nell'inchiesta, probabilmente farà ricorso. Intanto, però, Lula potrà tornare eleggibile per le elezioni.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy