Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Con una nota-appello Salvatore Borsellino, fratello del giudice Paolo, ucciso il 19 luglio 1992 in via d'Amelio assieme agli agenti di scorta, tende una mano a Luigi de Magistris e invita a partecipare alla raccolta firme di Unione popolare in vista alle prossime elezioni.

Di seguito la nota: "Buongiorno a tutti. Le prospettive per la prossima competizione elettorale sono davvero buie, come forse non erano mai state. 
La destra, come usa fare, in vista delle elezioni, supera rapidamente i dissidi interni, reali o presunti, e si compatta, pronta a dividersi il potere e forse, ed è questo il pericolo maggiore, di raggiungere una quota che gli permetterà di cambiare la Carta Costituzionale senza neanche passare per i referendum. 
La non-destra, perché non riesco a chiamarla diversamente, è ancora una volta in preda ai veti incrociati, ai distinguo, alla demonizzazione non degli avversari ma di quelli che potrebbero essere alleati e che vengono invece visti come concorrenti ai pochi seggi che riusciranno a salvare da una disfatta annunciata.
Io non vi chiedo un impegno politico né un voto per un partito, non lo ho mai fatto e continuerò a non farlo, al massimo dichiarerò quali sono le mie intenzioni di voto, come ho fatto in altre occasioni, anche se dopo le delusioni subite in questi anni questa volta mi riuscirà assai difficile farlo, vi chiedo però, perché mi è stato chiesto e ritengo di dovere accettare la richiesta,  un aiuto per permettere, all’unico partito a cui viene chiesto di raccogliere le firme, di non essere escluso dalla competizione elettorale.
Questo partito è Unione Popolare , il cui leader è Luigi De Magistris e nelle cui liste, se potranno essere presentate, saranno candidati due tra le pochissime persone che potranno, in un parlamento in balia delle destre, portare avanti quello che resterà della lotta antimafia, si tratta di Piera Aiello e Mario Bruno Belsito.
L’aiuto che ci chiedono è esclusivamente quello per organizzare banchetti per la raccolta delle firme e la possibilità, quindi, di potere esprimere anche la loro voce. Niente altro. Ringrazio quanti di voi potranno e vorranno impegnare per dargli un aiuto in tale senso".

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy