Gli strateghi repubblicani si aspettano che il ministro della Giustizia Usa, Merrick Garland, persegua un'accusa contro l'ex presidente Donald Trump entro 60-90 giorni dal voto di Midterm, prevedendo che la finestra per perseguire il tycoon si chiuderà una volta che la campagna presidenziale per il 2024 avrà preso slancio. Lo riporta The Hill, precisando che i veterani del partito dicono di non avere alcuna informazione privilegiata su ciò che potrebbe fare Garland, ma pensano che sia sottoposto a forti pressioni da parte dei democratici per agire. "Un paio di settimane dopo le elezioni presumo che Garland incriminerà Trump", ha detto un veterano del Grand Old Party, esprimendo un sentimento condiviso da molti altri strateghi repubblicani. I quali, tuttavia, ritengono che un'accusa contro Trump da parte dell'amministrazione di Joe Biden polarizzerebbe ulteriormente il paese, e probabilmente rafforzerebbe il sostegno della sua base perché The Donald la definirebbe come una caccia alle streghe con motivazioni politiche. Un atto d'accusa "potrebbe effettivamente finire per aiutare politicamente l'ex presidente, galvanizzando i repubblicani e riunendoli dietro di lui", ha detto un'altra fonte Gop.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy