Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La Guardia Civil ha arrestato a Barcellona un pedofilo denunciato dalle autorità statunitensi dopo essere fuggito agli arresti domiciliari nel 2010.  L’uomo, nella sua casa a New York City,  era stato trovato in possesso di un gran numero di file contenente materiale pedopornografico.
Una volta detenuto e agli arresti domiciliari l’arrestato si era sbarazzato del suo braccialetto di localizzazione, prendendo in seguito un volo per uscire dal Paese.
All’estero il detenuto ha lavorato come insegnante di inglese a Oviedo per poi trasferirsi a Berlino dove ha continuato ad insegnare. In seguito si è spostato di nuovo andando a Londra per lavorare in diverse accademie linguistiche le quali non erano a conoscenza del suo background per reati di pedopornografia.
Dopo questo periodo si era trasferito a Barcellona dov’è stato arrestato. Anche nella città spagnola aveva continuato il suo lavoro di insegnante.
Il detenuto è tutt’ora a disposizione della Corte di Istruzione numero 2 del Tribunale Nazionale.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy