Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Un uomo di 36 anni del Kent, Washington, è stato condannato oggi dal tribunale distrettuale degli Stati Uniti a Tacoma a più di 7 anni di carcere per lo stupro di una quattordicenne avvenuto nell'agosto 2020. Lo ha annunciato il procuratore ad interim degli Stati Uniti Tessa M. Gorman. L’uomo, Christopher James Kuna, era all’Olympic National Park quando ha fornito alcolici alla vittima e commesso poi l'aggressione sessuale. All'udienza di condanna, il giudice distrettuale degli Stati Uniti Benjamin H. Settle ha dichiarato: "È difficile descrivere un caso più serio di questo. Lo stupro di una quattordicenne. I fatti sono eclatanti. La vittima è segnata a vita e questo non potrà essere cambiato".
Secondo i documenti, Kuna era un amico di famiglia fidato della vittima.
L’uomo verrà schedato a vita come molestatore sessuale e dopo la condanna del carcere dovrà passare 15 anni di libertà vigilata.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy