Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Gruppi criminali come il cartello di Sinaloa e il cartello di Jalisco New Generation (Cartel Jalisco Nueva Generación - CJNG) stanno assoldando le bande locali negli stati meridionali del Messico, come quelli di Chiapas, Oaxaca e Guerrero per recuperare grandi spedizioni di cocaina in mare. La notizia è stata ripresa secondo un rapporto della Marina messicana Segreteria (Secretaría de Marina - SEMAR) riportato sul quotidiano El Universal.
Queste bande locali creano finte cooperative di pescatori, registrano navi e le usano per percorrere fino a 350 miglia nautiche al fine di ricevere droga (prevalentemente cocaina) proveniente dalla Colombia e dall'Ecuador. Le cooperative vengono solitamente create in comunità costiere emarginate con residenti locali che partecipano alle operazioni per un po' di paga.
Ma l'uso delle comunità di pescatori è esteso anche al di fuori del Messico. In Ecuador, per esempio, i pescatori sono stati spesso costretti a fungere da corrieri della droga, trasportando carichi di cocaina verso navi più grandi. Più in generale, in tutte le Americhe, secondo un rapporto militare colombiano sul traffico marittimo, il 13% di tutti i sequestri di droga in mare nel 2019 ha coinvolto pescherecci.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy