Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Lo ha reso noto il Comando centrale delle Forze armate Usa (Centcom)

Procede lentamente il ritiro delle forze militari statunitensi dall’Afghanistan. Ad oggi a lasciare il Paese è una percentuale tra il 6 ed il 12 per centro del contingente presente. A renderlo noto è stato lo stesso Comando centrale delle Forze armate Usa (Centcom). Il portavoce del dipartimento della Difesa Usa, John Kirby, ha dichiarato che il Pentagono mantiene il riserbo in merito all’esatto stato di avanzamento delle operazioni di ritiro dal Paese per proteggere le truppe da possibili attacchi da parte dei Talebani. "Il Comando centrale ha espresso riserve in merito alla pubblicazione di dati specifici in merito al personale, dato che dobbiamo assumere e assumiamo che le operazioni di ritiro possano essere ostacolate dai talebani", ha dichiarato il portavoce. Dal primo marzo scorso le forze armate Usa hanno operato 104 voli di aerei da trasporto tattico C-17 per rimpatriare equipaggiamenti e materiali dall’Afghanistan, ed hanno "consegnato oltre 1.800 articoli di equipaggiamento all’Agenzia per la logistica della difesa" perché si occupi della loro distruzione, nel caso in cui il trasferimento risulti troppo costoso o impossibile. Secondo quanto comunicato dal Centcom ieri, 11 maggio, le Forze Usa hanno anche formalmente trasferito il controllo di una base militare all’Esercito nazionale afgano.

Foto by The U.S. Army is licensed under CC BY 2.0

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy