Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Jorge Brito, considerato come il banchiere più importante dell'Argentina, è morto ieri in un incidente occorso mentre viaggiava in elicottero nello Stato di Salta. Secondo le prime ricostruzioni fatte dalla stampa locale si ipotizza che il velivolo si possa essere impigliato in un cavo mentre volava a bassa quota in prossimità della diga Cabra Corral. Brito, presidente della banca Macro e principale azionista del Gruppo Macro con ramificazioni in diversi settori, aveva 68 anni e sei figli. Era stato recentemente a capo dell'Associazione bancaria Argentina (Adeba), ed era considerato uno degli uomini d'affari più potenti ed influenti del paese. Cresciuto come banchiere all'ombra del governo dell'ex presidente Nestor Kirchner (2003-2007), ha avuto relazioni difficili e tese sia con i successivi governi di Cristina Fernandez de Kirchner e Mauricio Macri. La banca Macro è una delle principali entità private in Argentina e si colloca al quinto posto in attività e depositi nella classifica delle entità finanziarie in Argentina. Fondata negli anni ottanta la banca si è sviluppata principalmente attraverso l'acquisizione di altre entità negli anni successivi la crisi del 2001. Attualmente conta con più di 8.000 dipendenti e 500 filiali in tutto il paese.

Fonte: ANSA

Foto © Ambro91/Flickr

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy