Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

L'attivista svedese risponde alle critiche rivolte al movimento per il clima: "Serve un nuovo modo di pensare, noi ragazzi possiamo fare la differenza"
"Le persone continuano a chiedermi 'qual è la soluzione alla crisi climatica'. E come possiamo 'risolvere questo problema'. Si aspettano che conosca la risposta. Pensarlo è oltre l'assurdo perché non ci sono 'soluzionì all'interno dei nostri sistemi attuali". Dopo la grande marcia per clima che ha portato in piazza più di un milione di persone, giovani soprattutto, anche in Italia, l'attivista svedese Greta Thunberg risponde con un lungo post su Facebook alle critiche rivolte al movimento di cui è ispiratrice. "L'argomento preferito qui in Svezia (e altrove ...) è che non importa ciò che facciamo perché siamo tutti troppo piccoli per fare la differenza. La manifestazione di venerdì è stata la più grande giornata di azione globale sul clima di sempre, secondo 350.org. È successo perché alcuni studenti di paesi piccoli come la Svezia, il Belgio e la Svizzera hanno deciso di non andare a scuola perché non si faceva nulla per la crisi climatica. Abbiamo dimostrato che importa quello che fai e che nessuno è troppo piccolo per fare la differenza".
L'attivista, che nei giorni scorsi è stata oggetto di attacchi e insulti, chiede di guardare al problema nel suo complesso, e non alle singole questioni. "Non possiamo più concentrarci solo su questioni individuali e separate come le auto elettriche, l'energia nucleare, la carne, l'aviazione, i biocarburanti, ecc. Abbiamo urgente bisogno di una visione olistica per affrontare la piena crisi di sostenibilità e il disastro ecologico in atto. Dobbiamo iniziare a trattare la crisi per quello che è. Perché solo così - e solo guidati dalla migliore scienza disponibile possiamo insieme iniziare a creare una via d'uscita globale". Greta difende gli studenti che sono scesi in piazza. "Se nemmeno gli scienziati, i politici, i media e le Nazioni Unite parlano di cosa esattamente si deve fare per "risolvere" la crisi climatica (in altre parole, abbattendo drasticamente le nostre emissioni a partire da oggi), come potremmo saperlo noi? Come potete lasciare a noi questo fardello?" "Quindi", conclude, "per favore smettetela di chiedere ai vostri figli le risposte al casino che avete combinato".

repubblica.it

ARTICOLI CORRELATI

Se un #Fridaysforfuture può salvare il mondo

Sulla scia di Greta Thunberg: 6 mila ad Ancona protestano per il clima

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy