Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

summit-minsk-2015Poroshenko: da Mosca condizioni inaccettabili
12 febbraio 2015
Accordo per il cessate il fuoco in Ucraina a partire dal 15 febbraio. E' il risultato dei colloqui a Minsk tra i leader di Russia, Ucraina, Francia e Germania, secondo quanto annunciato dal presidente russo Vladimir Putin. Siamo riusciti a raggiungere un accordo sui punti essenziali ha aggiunto Putin.

LA MARATONA NOTTURNA
Putin, Poroshenko, Merkel e Hollande sono tornati a riunirsi nel formato Normandia per continuare a discutere del piano di pace per l'est ucraino. Da loro sta arrivando Heidi Tagliavini, rappresentante dell'Osce nel gruppo di contatto (Mosca, Kiev, Osce, separatisti). Dopo una storica maratona negoziale notturna di oltre 13 ore, forse la più lunga della loro carriera, il vertice sembrava finito con le voci di una possibile intesa. Una vera guerra di nervi, come prova il volto tirato dei 4 leader, con la Merkel reduce anche dal volo da Obama.

Putin, Poroshenko, Merkel e Hollande puntano ad ottenere un cessate il fuoco nell'est ucraino entro 48 ore, riferisce Ria Novosti. Ma le condizioni proposte dalla Russia sono "inaccettabili", secondo quanto ha riferito il presidente ucraino Petro Poroshenko, citato dall'agenzia russa Ria Novosti. Poroshenko ha comunque precisato che "c'e' ancora una speranza" che si raggiunga un compromesso per mettere fine al conflitto nel Donbass, anche se "finora non ci sono buone notizie".

La maratona notturna ha messo a dura prova anche le decine di giornalisti che hanno deciso di attendere la fine del summit al pian terreno del palazzo dell'Indipendenza, accampandosi ovunque per brevi dormite interrotte da falsi allarmi sulla conclusione dei negoziati. Anche alcuni membri delle delegazioni presidenziali sono crollati dal sonno.

Putin nervoso ha spezzato la matita - Putin ha spezzato una matita durante una delle prime fasi del negoziato sulla crisi ucraina, ieri sera, tradendo cosi' il suo nervosismo: l'immagine è stata immortalata da alcuni fotografi ed ora gira sul web.

Fonte, dopo summit firma documento con 12-13 punti - Una fonte diplomatica vicina al negoziato ha riferito che Putin, Poroshenko, Merkel e Hollande firmeranno un documento di una dozzina di punti al termine del loro lungo summit che si protrae dalle 20.30 ora locale (le 18.30 in Italia) di ieri. "Non importa come sarà chiamato questo documento, ma è previsto che riguarderà particolari misure per risolvere la situazione, ossia 12 o 13 punti", ha aggiunto la fonte all'agenzia Tass.

Kiev, 2 militari morti e 21 feriti in 24 ore - Almeno due militari sono morti e altri 21 sono rimasti feriti nelle ultime 24 ore nei combattimenti nel sud-est ucraino. Lo riferisce il portavoce dello Stato maggiore di Kiev, Vladislav Selezniov, citato dall'agenzia ucraina Unian.

Il rublo giu' dopo parole Poroshenko - Il rublo è tornato a scendere dopo che il presidente ucraino Petro Poroshenko ha definito "inaccettabili" le proposte avanzate da Mosca ai negoziati di Minsk. La valuta russa è ora scambiata a 75,06 sull'euro e 66,30 sul dollaro.

ANSA

Foto © afp

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy