Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Tra le ipotesti degli investigatori sulle cause dell'incendio, riporta il quotidiano Il Tiempo, il trasporto di benzina illegale; l'autista è scappato dopo la tragedia. Il responsabile della polizia colombiana ha parlato invece di un guasto meccanico. Intanto a Fundacion, luogo della tragedia, è arrivato il presidente Santos che ha proclamato lutto nazionale.

autobus-colombia-strage-bambini

19 maggio 2014
32 bambini sono morti nel tragico incendio dell'autobus che li stava riportando a casa dopo aver assisitito ad una funzione religiosa. 24 sono rimasti gravemente ustionati, ferito anche un adulto. I 43 bambini erano alunni di una scuola religiosa pentacostale di Fundacion, nel dipartimento di Magdalena dove è arrivato il presidente della Colombia Juan Manuel Santos. Il capo dello Stato ha proclamato il lutto nazionale.

Le ipotesi
Tra le ipotesi al vaglio degli investigatori per stabilire le cause dell'incendio ci sarebbe anche il trasporto illegale di benzina. lo riporta il quotidiano Il Tiempo che racconta come questa sia una pratica comune nella regione di Magdalena. Per il contrabbando vengono allestiti doppi fondi negli autobus del trasporto pubblico. Nel 2007 un pullmino che trasportava carburante esplose a Magdalena, uccidendo 27
persone.

Alcuni testimoni, riferisce sempre il quotidiano, hanno raccontato di aver visto l'autista scendere per versare del carburante e che l'uomo, quando ha visto l'incendio, è fuggito. L'autista ha fatto perdere le tracce ma gli abitanti della zona sono andati sotto la sua casa a lanciare sassi alle finestre. Il responsabile della polizia colombiana, Rodolfo Palomino ha parlato invece di un "guasto meccanico".

Sull'autobus 43 bambini
"A bordo c'erano solo i bambini e l'autista", ha detto alla stampa Luz Stella Duran Manjarrez, sindaco di Fundacion, spiegando che "i fratelli di una chiesa pentecostale passavano a prenderli ogni domenica". I piccoli, dai 2 ai 12 anni, provenivano dai quartieri poveri di Fundacion.

L'incendio scoppiato poco dopo la partenza è stato rapidissimo, questione di secondi secondo i testimoni. Lo scuolabus non aveva uscite di emergenza. I bimbi più grandi sono riusciti a saltare fuori, molti con gravi ustioni, gli altri sono bruciati vivi. Alcune persone hanno cercato di spegnere le fiamme con della sabbia, prima che arrivassero i pompieri, ma è stato inutile.

rainews.it

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy