Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

6 agosto 2013
La delegazione di deputati del Movimento 5 Stelle ha incontrato il ministro degli esteri ad Astana Erlan Idrissov. Quest'ultimo ha assicurato che il governo sarebbe disposto a far tornare in Italia la moglie del dissidente ad alcune condizioni.

Ablyazov, M5S: “Kazakistan disposto a liberare Shalabayeva”

C’è il via libera del governo kazako per il rientro in Italia della moglie del dissidente Ablyazov. La notizia la porta la delegazione del Movimento 5 Stelle, negli ultimi tre giorni in Kazakistan dove i deputati hanno incontrato la donna e i rappresentanti delle istituzioni locali. “Il governo kazako”, ha dichiarato il deputato Carlo Sibilia poco dopo l’atterraggio all’aeroporto di Fiumicino, “permetterà ad Alma Shalabayeva di tornare in Italia a determinate condizioni. Lei è informata e sta valutando con i suoi legali come rientrare a Roma. Dovrà però pagare una cauzione”. A dare garanzia della possibilità dell’intervento, il ministro degli esteri Erlan Idrissov, incontrato dal gruppo ad Astana. 

“Oltre alla cauzione, il governo kazako pone come condizione che la signora Shalabayeva sia pronta a tornare in Kazakistan, se fosse richiesto dagli organi giudiziari”, ha continuato Sibilia, “I legali della Shalabayeva stanno valutando come ottemperare alle condizioni richieste ma la signora ci ha ribadito la volontà di tornare a Roma. E’ stato un colloquio sereno – ha concluso Sibilia – E’ la prima volta che un rappresentante del governo di Astana riceve una delegazione parlamentare d’opposizione”.

ilfattoquotidiano.it

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy