Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.


21 novembre 2012
Tel Aviv. Attentato terroristico su  un autobus nel centro di Tel Aviv. Una ventina i feriti, di cui due in gravi condizioni.  "Non ci sono morti" nella esplosione avvenuta oggi in un autobus di Tel Aviv. Lo ha detto all'ANSA Ely Bin, il direttore del Maghen David Adom (equivalente locale della Croce rossa).
Hamas rivendica l'attacco terroristico
Hamas ha rivendicato l'attacco contro il bus a Tel Aviv. Lo ha riferito il sito web della 'Bbc', precisando che il movimento palestinese ha annunciato, attraverso gli altoparlanti delle moschee di Gaza, di essere riuscito a piazzare un ordigno sul bus.
L'attacco, secondo quanto annunciato dagli altoparlanti, e' stato eseguito dalle Brigate al-Qassam, braccio armato di Hamas.
Allerta attentati in tutto il paese
Il  direttore del Maghen David Adom Bin ha detto che "fortunatamente nell'autobus non c'erano molti passeggeri". Secondo Bin, esiste un'allerta per altri possibili attentati, in localita' diverse di Israele.
La polizia cerca due sospetti

La polizia israeliana ha annunciato di aver rilasciato a brevissimo termine l'uomo che era stato arrestato a Tel Aviv, in relazione all'attentato dinamitardo contro un autobus che ha causato il ferimento di almeno 21 persone: lo ha riferito l'edizione on line del quotidiano 'Haaretz', citando fonti degli inquirenti stando alle quali e' tuttora in corso la caccia agli attentatori, che sarebbero stati due.
Alla cittadinanza e' stato ordinato di tenersi alla larga del sito dell'esplosione, a poca distanza dalla 'Kirya', il complesso che ospita il quartier generale delle Forze di Difesa insieme ad altri uffici governativi, intorno a cui l'allerta e' stata innalzata al livello 4.
Non vi sarebbero peraltro elementi su un possibile secondo attentato, anche se e' stata chiusa un'altra struttura In tutta la citta' sono stati eretti posti di blocco e cordoni di sicurezza. Fonti degli inquirenti hanno precisato che l'ordigno impiegato era uno solo. Il veicolo e' rimasto quasi completamente carbonizzato.
Iran: nostro appoggio militare a Gaza

Il presidente del Parlamento iraniano, Ali Larijani ha ammesso che l'appoggio di Teheran a Gaza e' anche "militare". Lo riferisce l'agenzia iraniana Fars. Lo stesso Larijani, secondo l'agenzia, ha inoltre esortato i Paesi arabi a fare altrettanto.
Bombardamenti a Gaza

Notte di bombardamenti invece su Gaza, con le fonti mediche che hanno aggiornato il bilancio delle vittime dall'inizio dell'operazione israeliana, 8 giorni fa, ora arrivato a 139. Stamani intanto 5 razzi lanciati verso Ashkelon, sud Israele, tre sono stati intercettati dal sistema difesa. Da inizio crisi, 1.400 razzi su Israele.


La diplomazia
Prosegue intanto il tour di Hillary Clinton nel suo sforzo per arrivare al cessate il fuoco. Oggi incontrera' oggi nuovamente il premier israeliano Benjamin Netanyahu, il ministro degli Esteri Avigdor Lieberman e il ministro della Difesa Ehud Barak a Gerusalemme. Clinton, arrivata nella regione ieri sera, aveva gia' avuto nella notte un colloquio con i tre, prima di recarsi questa mattina a parlare con il presidente dell'Anp, Abu Mazen, a Ramallah. Sempre questa mattina, il capo della diplomazia americana si e' incontrata con il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, anche lui nella regione per colloqui tesi a raggiungere un cessate il fuoco. Insieme i due voleranno nel pomeriggio al Cairo per incontrare il presidente egiziano Mohammed Morsi.

Tratto da: rainews24.it

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy