Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

22 dicembre 2011
Un intero dipartimento di polizia municipale in Messico è stata sciolto: la decisione è stata presa all’interno di una campagna mirata allo sradicamento della corruzione e al miglioramento della situazione di sicurezza a fronte di episodi di violenza legati al mondo della droga. Più di 900 agenti di polizia a Veracruz-Boca del Rio hanno perso il lavoro. La marina messicana con l’ausilio della polizia federale ha assunto le mansioni delle forze dell’ordine locali.

L’intervento è stato deciso dopo che tre mesi fa 35 corpi erano stati scaricati in una delle strade principali della città. Due settimane dopo la marina militare ha trovato altri 32 corpi in tre differenti edifici. Gli omicidi si pensa siano da ricondurre alla lotta per il controllo del traffico della droga tra due delle bande più potenti del Messico, gli Zetas e il Cartello del Golfo. Le forze armate e la polizia federale hanno preso il controllo in un numero crescente di comuni in tutto il Messico perché la polizia locale non ha saputo far fronte allo strapotere delle bande criminali.

Il governatore dello Stato di Veracruz Javier Duarte ha dichiarato che l’accaduto rientra nel programma nazionale di riforma delle forze dell’ordine; non ha tuttavia specificato quanto a lungo manterrà l’incarico la marina militare.

Tratto da: eilmensile.it

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy