Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

durban-vertice-2011-webda rainews24.it - 9 dicembre 2011
Durban. "Se non c'e' niente di piu' di quello che ho visto questa mattina, devo dire che qui a Durban non ci sara' nessun accordo". E' l'allarme lanciato da Connie Hedegaard, il commissario dell'Unione europea al clima, a margine della 17esima Conferenza Internazionale sul clima. Il problema pincipale e' quello dell'impostazione da dare al documento destinato a succedere al protocolllo di Kyoto sulla limitazione del gas serra. La UE, che si fa forza del sostegno ricevuto da altri 100 Paesi, insiste su un accordo di portata piu' ampia che copra la maggior parte delle emissioni mondiali e che abbia una portata giuridica vincolante. Ma i due piu' grandi "produttori" di anidride carbonica al mondo, Cina e Stati Uniti non sono d'accordo. I due Paesi infatti sostengono che i colloqui sono necessari solo dopo che venga preso atto degli attuali impegni volontari di riduzione delle emissioni, istituzionalizzati nell'ambito della Convenzione quadro dell'ONU sui cambiamenti climatici in scadenza nel 2020.

Tratto da: rainews24.it

 

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy