Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il latitante bulgaro Evelin Banev-Brendo (59 anni), il cosiddetto 're della cocaina' ricercato da Interpol e condannato in Bulgaria, Romania e Italia per traffico di droga e riciclaggio di denaro, si è costituito stamane a Sofia alle autorità bulgare presentandosi di persona al carcere centrale della capitale insieme al suo avvocato. La sua banda fu sgominata a fine maggio del 2012, nell'ambito di una operazione denominata 'iI re della cocaina', attuata dai servizi speciali bulgari e italiani con l'assistenza dell'Interpol. Era composta da oltre trenta persone delle quali 15 bulgari e 12 italiani, e faceva entrare in Italia, prevalentemente via mare, una media di 40 tonnellate di cocaina all'anno. Dopo l'istruttoria italiana, Evelin Banev-Brendo fu estradato in Bulgaria e processato per riciclaggio di oltre 11 milioni di euro provenienti dal traffico di droga. Fu condannato a sei anni di prigione ma riuscì a scappare dalla giustizia e diventare latitante. La condanna in Bulgaria si aggiunse a quella di 10 anni in Romania per traffico di cocaina e a quella in Italia di 20 anni per traffico di droga dal Sud America verso Europa. Nell'autunno del 2021 il latitante fu intercettato e fermato in Ucraina. La richiesta della giustizia bulgara per la sua estradizione non ebbe seguito in quanto il latitante aveva intanto ottenuto la cittadinanza ucraina e quindi la tutela della giustizia di Kiev. Evelin Banev-Brendo, dopo la sua decisione di stamane, è stato consegnato agli organi competenti del ministero dell'Interno bulgaro.

Fonte: Ansa

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos