Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Dieci indagati sono stati rinviati a giudizio dal Gup del tribunale di Caltanissetta Graziella Luparello. Erano finiti nei guai nell'ambito del blitz antimafia "La bella vita", condotto dalla Squadra mobile e coordinato dalla Dda nissena. Secondo l'accusa, alcuni di loro stavano tentando di rimettere in piedi la famiglia mafiosa di Cosa Nostra gestendo un giro di estorsioni e spaccio di cocaina. Altri, commercianti e imprenditori, sono invece accusati di favoreggiamento per avere negato di avere subito richieste di pizzo o di avere cercato di avvantaggiarsi dai contatti con alcuni esponenti mafiosi. Il processo prenderà il via a settembre.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy