Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La ministra della Giustizia Marta Cartabia ha definito i confini territoriali dei collegi per le elezioni del prossimo Csm, in programma a settembre, e ha inviato oggi pomeriggio il progetto a Palazzo dei Marescialli, che dovrà dare un parere: domattina si esprimerà la Sesta Commissione, e probabilmente dopodomani ci sarà il voto del plenum. Secondo quanto si è appreso al Csm, il primo dei due collegi che devono eleggere i cinque pm dovrebbe essere costituito, secondo l'ipotesi ,da tutta l'Italia settentrionale e quella centrale, ad esclusione delle Marche. Le Marche faranno invece parte del secondo collegio con tutto il Sud e le isole. Il doppio di quelli dei pm, cioè quattro, i collegi previsti per le elezioni dei 13 giudici. Nel primo dovrebbe essere compreso tutto il Nord, con l'esclusione della Liguria, che con Toscana, Umbria e Lazio (compresi gli uffici di dimensione nazionale, come la procura nazionale antimafia e la Cassazione) dovrebbe far parte del secondo. Nel terzo Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata e Sardegna. Puglia, Calabria e Sicilia dovrebbero invece comporre il quarto e ultimo collegio.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy