Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Rafforzare la sinergia per avere un sistema sempre più efficace di aggressione ai patrimoni illeciti è uno degli obiettivi del protocollo d'intesa siglato, oggi a Salerno, dal procuratore generale presso la Corte d'Appello di Salerno, Leonida Primicerio, e il comandante regionale della Guardia di Finanza della Campania, il generale Giancarlo Trotta. Il memorandum prevede, tra l'altro, l'istituzione di un tavolo tecnico, composto da magistrati dell'ufficio Misure patrimoniali e da ufficiali delle Fiamme Gialle, che curerà uno screening, dal punto di vista operativo, delle posizioni suscettibili di approfondimento e potenzialmente destinatarie di proposta di confisca di beni. Il tavolo, inoltre, prenderà in analisi le sentenze passate in giudicato e i provvedimenti emessi dal giudice dell'Esecuzione e sui quali il nucleo di polizia economico-finanziaria di Salerno svolgerà approfondimenti per poter ricostruire il profilo patrimoniale della persona condannata. In particolare, per quanto riguarda la titolarità, la disponibilità, a qualsiasi titolo, anche per interposta persona o entità giuridica, di denaro, beni mobili registrati e non, beni immobili e altre utilità.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy