Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

"Nel 2020, nel Distretto della Corte d'Appello di Catanzaro, sono stati liquidati risarcimenti per ingiuste detenzioni pari ad oltre due milioni di euro risalenti ad un arco temporale compreso tra il 2000 ed il 2015 e relativi a tutti i Tribunali, salvo due risalenti al 2016 ed al 2017 (Gip Castrovillari) e ad un altro del 2017 (Gip Catanzaro)". Lo ha detto, nella sua relazione nel corso dell'inaugurazione dell'Anno giudiziario, il presidente della Corte d'appello di Catanzaro, Domenico Introcaso. Sulla questione delle ingiuste detenzioni c'erano state polemiche in passato perché erano state attribuite erroneamente ad inchieste condotte dall'attuale Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, che però si è insediato nel 2016.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy