Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Finisce in carcere Agatino Scalisi, il 46enne di Adrano, in provincia di Catania, condannato dal gup con il rito abbreviato il 25 novembre nell'ambito dell'inchiesta sulla cosiddetta 'ambulanza della morte' che riguarda alcune morti sospette a bordo dei mezzi di soccorso. Scalisi è stato condannato a 30 anni di reclusione e l'ordinanza di custodia cautelare è stata eseguita dai carabinieri della Compagnia di Paternò: per lui le accuse sono di omicidio volontario pluriaggravato ed estorsione aggravata e continuata in concorso, con l'aggravante delle modalità mafiose. Secondo gli inquirenti, inoltre, Scalisi avrebbe agito "al fine di agevolare il clan Mazzaglia-Toscano-Tomasello", attivo nella zona di Biancavilla, e del clan Santangelo, egemone ad Adrano: i due clan sono considerati articolazioni locali della famiglia mafiosa catanese Santapaola-Ercolano. Per gli stessi fatti, recentemente la Corte d'assise di Catania ha condannato all'ergastolo, in primo grado, Davide Garofalo. Secondo la Procura di Catania i due imputati incrementavano il loro guadagno svolgendo anche il servizio di vestizione delle persone decedute e percependo un importo aggiuntivo di circa euro 200-300 euro. La condanna a Scalisi per estorsione aggravata e continuata in concorso riguarda un episodio che vide vittime i titolari dell'agenzia di pompe funebri di proprietà dei fratelli Luca e Giuseppe Arena, ai quali secondo l'accusa veniva imposto di cedere l'utilizzo gratuito e la gestione di una autombulanza intestata a uno dei fratelli. Scalisi si trova ora nel carcere Bicocca di Catania.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy