Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

"L'affermazione della verità e della giustizia nella quale ho riposto piena fiducia poiché ho sempre agito con la massima trasparenza, lavorando con l'unico obiettivo del bene comune della mia Castellammare. Questo ho sempre fatto presente a testa alta, anche scegliendo il rito abbreviato proprio allo scopo di far emergere nel più breve tempo possibile la verità, che adesso è chiara a tutti". Lo afferma il sindaco di Castellammare del Golfo, Nicolò Rizzo (in foto), dopo essere stato assolto con formula piena "perché il fatto non sussiste", nel corso della sentenza emessa ieri dal giudice per le udienze preliminari di Palermo, Annalisa Tesoriere: a giugno del 2020 il Sindaco Rizzo era stato raggiunto da un avviso di garanzia nell'ambito dell'operazione "Cutrara" con l'accusa di "favoreggiamento aggravato dal fatto di aver agevolato Cosa Nostra". Difeso dagli avvocati Giacomo Frazzitta e Fabrizio Biondo, il sindaco di Castellammare del Golfo Nicolò Rizzo aveva scelto il rito abbreviato, che consente di accelerare i tempi del procedimento giudiziario.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy