Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

E' iniziata la camera di consiglio per il maxi-processo "Gotha" che si sta concludendo nell'aula bunker a Reggio Calabria dopo quattro anni di udienze. Trentuno gli imputati del processo nato dalla riunione delle inchieste "Mamma Santissima", "Reghion", "Fata Morgana", "Alchimia" e "Sistema Reggio". Si tratta di indagini che hanno fatto luce sulla componente riservata che governerebbe la 'Ndrangheta e capace di dettare gli indirizzi politici degli enti pubblici. Tra i principali imputati ci sono l'avvocato Paolo Romeo, ex parlamentare, ritenuto la testa pensante delle cosche, l'ex senatore di Forza Italia Antonio Caridi e l'ex sottosegretario regionale Alberto Sarra. Prima della camera di consiglio, il procuratore aggiunto Giuseppe Lombardo ha replicato alle arringhe della difesa contestando alcuni riferimenti fatti nelle scorse settimane dagli avvocati. Il magistrato ha insistito nelle richieste già formulate dal procuratore della Repubblica Giovanni Bombardieri il 26 maggio scorso quando, al termine della requisitoria, chiese 28 anni di carcere per Romeo e 20 per Caridi e Sarra. Il Tribunale, presieduto da Silvia Capone, dovrebbe emettere la sentenza non prima delle 19.

Foto © Emanuele Di Stefano

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy