Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La procura di Torino ha chiesto l'archiviazione di un procedimento a carico di alcuni attivisti del gruppo ambientalista Extinction Rebellion per delle azioni di protesta che avevano attuato in città. Nel settembre del 2020 in otto si erano incatenati in cima alle colonne di Palazzo Reale allo scopo "di riportare l'attenzione - è stato spiegato - sulla necessità che giornali e televisioni pongano la crisi climatica ed ecologica al centro dei loro piani editoriali". Le denunce, da parte della questura, erano scattate per "accensioni pericolose" in relazione all'uso di fumogeni e per "inosservanza dei provvedimenti dell'autorità". Gli attivisti sono stati assistiti dagli avvocati Marino Careglio ed Emanuele Ficara. "Democrazia - si legge in una nota del movimento - è poter esprimere pacificamente il proprio dissenso su un tema che riguarda tutti, ma di cui si parla troppo poco. Questa vicenda riguarda ogni singolo cittadino. E' la storia di tutti coloro che ancora credono nel valore della partecipazione e del libero dissenso”.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy