Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La difesa di Fabrizio Centofanti ha avanzato la richiesta di patteggiamento nel corso dell'udienza preliminare del procedimento che vede imputato l'imprenditore a Perugia per corruzione, nella vicenda che coinvolge l'ex magistrato Luca Palamara. I legali dei Centofanti, Franco Coppi, Ester Molinaro e Maurizio Frasacco, dopo la riformulazione del capo di imputazione con la contestazione dell'art. 318 - concorso in corruzione per l'esercizio della funzione - hanno presentato l'istanza di patteggiamento a un anno e sei mesi, che ha già ottenuto il consenso della procura, guidata da Raffaele Cantone. Su questa dovrà poi esprimersi il gup di Perugia Piercarlo Frabotta. L'imprenditore, che a giugno aveva reso dichiarazioni spontanee ai pm titolari del fascicolo, Gemma Miliani e Mario Formisano, ha messo inoltre a disposizione 30mila euro, oltre ai 25mila già sequestrati.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy