Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Comincia stamattina a porte chiuse, nell'aula bunker del carcere "Malaspina" di Caltanissetta l'udienza del processo d'Appello in abbreviato sul "Sistema Montante" in cui sono imputati l'ex presidente di Confindustria Sicilia Antonello Montante, l'ex comandante della Guardia di Finanza di Caltanissetta Gianfranco Ardizzone, il sostituto commissario di polizia Marco De Angelis, il responsabile della sicurezza di Confindustria ed ex poliziotto Diego Di Simone e il questore Andrea Grassi. Oggi è previsto l'interrogatorio di Montante, condannato in primo grado a 14 anni di carcere per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e accesso abusivo al sistema informatico. Secondo l'accusa l'ex presidente degli industriali siciliani, difeso dagli avvocati Carlo Taormina e Giuseppe Panepinto, sarebbe stato al centro di una rete spionistica utilizzata per salvaguardare se stesso e colpire gli avversari.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Il Sistema Montante, la mafia trasparente e il filo che porta a Messina Denaro

Processo Montante: per i giudici ''motore immobile'' di una ''mafia trasparente''

Montante e quel potere creato con la corruzione

L'inganno è peggiore del tradimento

Dossier di Montante su Bolzoni, atto intimidatorio

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy