Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Sessantacinque anni, è questa la richiesta di condanne complessiva avanzata dalla pm antimafia di Venezia Paola Tonini nel processo sulla 'Ndrangheta in Veneto. Otto gli imputati, tutti imprenditori veneti e calabresi che rispondono di associazione a delinquere. Chiesti 18 anni per Sergio Bolognino, 13 anni per Antonio Mangone, 8 anni a testa per Stefano Marzano, Antonio Gnesotto (trevigiano) e Francesco Agostino. Per Luca De Zanetti, padovano di Vigonza, sono stati chiesti cinque anni e sei mesi, e cinque anni e quattro mesi per Emanuel Levorato. Chiesta l'assoluzione per Antonio Carvelli. La sentenza è prevista il 6 luglio. Gli otto erano a processo per estorsioni, minacce e violenze messe in atto nei confronti di tanti imprenditori veneti costretti a riciclare i soldi della mafia calabrese.

Foto © Imagoeconomica

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy