Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il gip del tribunale di Roma ha condannato a 6 anni e 8 mesi di carcere, al termine di un processo svolto con rito abbreviato, l'avvocato Lucia Gargano. La penalista è accusata di concorso esterno in associazione mafiosa nell'indagine sulla "pax mafiosa" del litorale di Roma, nella zona di Ostia. La Procura aveva sollecitato una condanna a 9 anni. Al centro del procedimento, coordinato dall'aggiunto Ilaria Calò e dai sostituti Mario Palazzi e Giovanni Musarò, un accordo siglato in un ristorante di Grottaferrata, nel dicembre del 2017, a cui partecipò anche Fabrizio Piscitelli, il Diabolik ucciso a Roma il 7 agosto del 2019. Nel procedimento sono coinvolti anche Salvatore Casamonica e l'avvocato Angelo Staniscia, in passato difensore di Roberto Spada (esponente di un altro gruppo criminale attivo sul litorale romano) già rinviati a giudizio in quanto hanno scelto il rito ordinario.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy