Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

"In questo processo il mendacio è clamoroso, è inquietante che alcuni testi siano ancora valorizzati dall'accusa. Perché questa accusa ha l'esigenza di valorizzare questi testimoni?". Lo ha detto l'avvocata Maria Licata proseguendo la discussione nel processo d'appello a carico dell'ex Governatore siciliano, Raffaele Lombardo, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e corruzione elettorale. E cita alcuni collaboratori di giustizia, come Francesco Ercole Iacona. "E' davvero preoccupante che possa essere stato usato in un processo una siffatta fonte dichiarativa", dice Licata. Ma cosa aveva detto Francesco Ercole Iacona in aula? "Maurizio La Rosa mi disse che ad Agrigento potevamo appoggiare il presidente della Regione Raffaele Lombardo dando il voto a Enzo Cirignotta, candidato a Gela, e a suo cognato, tale Pepe o Pepi, non ricordo. Ciccio La Rocca lo teneva in mano sua, a Lombardo, lo "giostrava"". Per la difesa sono dichiarazioni "non veritiere". E parla di prove dichiarative "inconsistenti". Poi ricorda le elezioni a Presidente della Regione siciliana, Lombardo, presente in aula.. "Nel gennaio 2008 Cuffaro si dimette e il 13 aprile 2008 si andrà al voto - spiega - all'interno del centrodestra si inizia a discutere delle candidature. Il 23 febbraio 2008 Lombardo diventa il candidato ufficiale della coalizione di centrodestra. L'apertura della campagna elettorale è del 24 febbraio 2008". E dice: "Voglio ricordare che secondo i sondaggi, come quello di Demopolis che ho recuperato, danno il centrodestra al 64 per cento. Dunque, non era una battaglia combattuta. L'esito della competizione elettorale era alquanto scontata. Un candidato che parte dal 64 per cento, secondo i sondaggi, avverte davvero l'esigenza di rivolgersi alla consorteria criminale per avere un aiuto? No".

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy