Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il Tribunale del riesame di Reggio Calabria ha disposto l'annullamento della misura degli arresti domiciliari applicata a Domenico Forte. L'uomo, ex primario del reparto di anestesia e rianimazione dell'ospedale di Polistena, in pensione dal 2019, era stato raggiunto dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa nell'ambito del processo denominato "Chirone", scaturito dalle indagini dei Carabinieri del Ros coordinati dalla DDA di Reggio Calabria sugli interessi della cosca Piromalli nella sanità e l'alterato funzionamento dell'Asp di Reggio Calabria. A seguito di ricorso proposto al Tribunale del Riesame dagli avvocati Domenico Iofrida e Carlo Morace è stata riconosciuta l'insussistenza della gravità indiziaria in relazione ai reati contestati.

Foto © ACFB

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy