Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

I giudici della Corte d'appello di Roma si sono riservati la decisione sulla rideterminazione della durata della misura di prevenzione della libertà vigilata per Massimo Carminati e Salvatore Buzzi, principali imputati del processo Mondo di Mezzo-Mafia Capitale. All'attenzione della Corte di seconda istanza il procedimento è arrivato dopo un annullamento con rinvio da parte della Cassazione. Carminati - si ricorda - il 9 marzo scorso è stato condannato a 10 anni. Buzzi ha invece avuto 12 anni e 10 mesi. Per entrambe i soggetti la Suprema corte ha disposto il ricalcolo della durata dell'obbligo di soggiorno nel Comune di Roma.

In foto: Massimo Carminati, a sinistra, e Salvatore Buzzi © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy